Zero barriere architettoniche al campus di Fisciano. Al via la rimozione

Il progetto di un campus aperto e sempre più accessibile all’utenza si concretizza giorno dopo giorno all’Università di Salerno con il progetto “CostruendoUnisa”.

In questi giorni, al campus di Fisciano, è in corso l’intervento di eliminazione graduale degli elementi che delimitano le aree di sosta dei veicoli.

Sono stati già eliminati 190 paletti dissuasori lungo l’asse centrale del campus di Fisciano, in corrispondenza delle aree parcheggio, 10 balaustre e altri 30 picchetti con sfere e catene, per un totale di 230 elementi strutturali attualmente rimossi.

“Questi elementi – ha spiegato il rettore Aurelio Tommasetti – erano stati originariamente installati per la delimitazione delle aree di accesso al campus. Con la pianificazione del nuovo Campus, la creazione di due soli varchi di ingresso, la realizzazione di 31 aree parcheggio tutte ad accesso libero, e l’eliminazione di circa 10 sbarre automatiche, questi elementi dissuasori non hanno più motivo di esistere”.

Per il rettore Tommasetti, in questo modo saranno eliminate definitivamente le barriere architettoniche garantendo una viabilità più scorrevole all’interno del campus per veicoli e pedoni.

Lascia un Commento