XI Premio Best Practices per l’Innovazione a Salerno: vince ACCA Software

Va ad un’azienda di Avellino il primo Premio Best Practices per l’Innovazione assegnato ieri alla Stazione Marittima di Salerno in occasione della sua Undicesima edizione. Il comitato tecnico scientifico della manifestazione, organizzata da Confindustria Salerno, ha assegnato il primo premio della sezione aziende ad ACCA SOFTWARE, per aver sviluppato un sistema con piattaforma (usBIM) in grado di rivoluzionare il modello di filiera dell’edilizia.

Al secondo posto si sono classificate due aziende: la Smilesys Spa di Milano che ha presentato un progetto che migliora il sistema per la chiusura delle vaschette top in plastica; e la Inci.Flex di Salerno, per aver ideato e realizzato il sistema Easy to Plate Four, il primo modulo completamente automatizzato per la realizzazione di lastre flesso grafiche. Terze classificate: le aziende pugliesi RAM Elettronica di Andria e la Eurosoft di Bari.

Per la categoria “UpStart Paolo Traci” vince la startup Cinemagica di Bari, che ha sviluppato un progetto finalizzato a rendere l’esperienza dell’utente-spettatore sempre più emozionante e coinvolgente grazie alle tecnologie Virtual Reality a 360 gradi.

Il Premio Web, sezione imprese, è andato a Dasir Tech, azienda napoletana già presente sul mercato che ha sviluppato Speffy, una piattaforma online che mette in contatto sportivi, palestre ed istruttori. Nella categoria startup, gli utenti hanno espresso la loro preferenza per Hearth Switch di Aversa, sistema di biodomotica che permette di governare le apparecchiature elettriche di una casa sulla base dei segnali elettrici provenienti dal cuore.

“Siamo molto felici per l’esito della manifestazione”, commenta Edoardo Gisolfi, presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno, spiegando che nella due giorni della finale del Premio Best Practices è stata registrata una partecipazione di oltre mille persone provenienti da tutta Italia. Inoltre, migliaia di persone hanno seguito il premio sui canali social ufficiali, Facebook e YouTube.
Un’altra nota positiva è stato l’hackathon, che ha visto la partecipazione di circa 50 studenti dell’Università.

Lascia un Commento