Violenza sulla donne, Il Comune di Sanza parte civile

Anche il comune di Sanza si schiera fattivamente contro la violenza sulle donne. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Vittorio Esposito, ha annunciato che si costituirà parte civile in procedimenti penali per femminicidio e atti di violenza nei confronti di donne e minori. Le somme eventualmente percepite dall’Ente a titolo di risarcimento danni, patrimoniale e non, saranno devolute ai Servizi Sociali del Comune di Sanza.

Nelle scorse settimane anche Padula aveva approvato una analoga delibera.

Quello della violenza sulle donne è una vera emergenza sociale oltre che giudiziaria che colpisce l’Italia, ma l’Europa in generale se si considera che ogni giorno 7 donne vengono uccise dal proprio partner; l’Italia registra dall’anno 2011 in poi circa 100 casi all’anno.

Lascia un Commento