Violenza sessuale di gruppo, sequestro di persona, rapina e furto. Arrestato salernitano a Reggio Emilia

Un 30enne salernitano, residente a Reggio Emilia, è stato rinchiuso nel carcere della Pulce, poiché accusato di violenza sessuale di gruppo, sequestro di persona, rapina e furto.

Le condanne, infatti, sono diventate definitive. Tolto quanto già scontato, l’uomo sarà scarcerato nei primi mesi del 2024 se non detenuto per altra causa.

Il 30enne è stato condannato ad un anno e a 460 euro di multa per il reato di furto aggravato commesso a Eboli il 22 gennaio 2014; condanna a 4 anni e 3 mesi con interdizione dall’esercizio di tutela e curatela perpetua, interdizione dai pubblici uffici per 5 anni e perdita dei diritti successori e del diritto agli alimenti verso la persona offesa per i reati di concorso in violenza sessuale di gruppo, sequestro di persona e rapina commessi a Battipaglia nel novembre del 2010.

L’uomo in soli 4 anni (dal 2010 al 2014) ha collezionato oltre 5 anni di condanna.

Lascia un Commento