Violenza sessuale aggravata su minorenni, due arresti a Salerno

Due arresti per violenza sessuale aggravata sono stati eseguiti nelle ultime ore dai carabinieri di Salerno.

Un 41enne salernitano, da luglio 2017 a gennaio di quest’anno, approfittando delle condizioni di inferiorità della vittima, aveva indotto in più occasioni una minore di 14 anni, residente in un comune della provincia, a compiere e subire atti sessuali in cambio di regali e denaro e, in alcune circostanze, dietro minacce effettuate, in un episodio,anche  con un’arma che è stata sottoposta a sequestro nel corso di una perquisizione domiciliare. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Ancora nella zona orientale della città di Salerno, i carabinieri hanno eseguito un’altra ordinanza di custodia cautelare per il reato di violenza sessuale aggravata, nei confronti di un 39enne. L’uomo, da maggio 2017, in più occasioni, aveva obbligato una tredicenne a compiere e a subire atti sessuali in una circostanza anche in presenza di una coetanea della minore. Ora si trova agli arresti domiciliari.

Due giorni fa, invece, i Carabinieri hanno eseguito una ordinanza di divieto di avvicinamento alla persona offesa, nei confronti di un 32enne ebolitano che, da novembre 2017, oltre a molestare e a diffamare in più occasioni, con telefonate e messaggi, una 28enne della provincia di Salerno con cui aveva avuto una relazione di circa un anno, aveva creato anche falsi annunci su siti internet che pubblicizzavano in modo fraudolento un’attività di prostituzione della vittima, di cui venivano riportati foto, recapiti e indirizzi.

Lascia un Commento