Vincenzo De Luca ‘ho querelato la Bindi, l’unica impresentabile e’ lei’

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha confermato di aver querelato Rosy Bindi, presidente della Commissione parlamentare antimafia, in relazione alla vicenda della lista di candidati alla Regionali presentata dalla Commissione stessa il giorno prima delle elezioni sui cosiddetti impresentabili.

Secondo De Luca la Bindi è stata autrice di “un atto infame, a 24 ore dalle elezioni”. “Ha violato – secondo De Luca – più di una regola, l'unica impresentabile è lei. Alla Bindi – ha aggiunto il presidente della Regione – contesto la sua stessa esistenza”. Queste dichiarazioni molto forti De Luca le ha fatte a Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7. 

E sulla Legge Severino, De Luca ha detto che l’avrebbe cambiata dopo 10 secondi, ma comprendo – ha aggiunto De Luca – la posizione del Presidente del Consiglio in un Paese come l'Italia dove l'unica legge eterna è l'ipocrisia. “Renzi fa bene a non cambiarla se non vuole che si crei una canea”. 

"Mi sono candidato anche per porre il Parlamento italiano di fronte alle proprie responsabilità: che cosa si aspetta a prendere atto che abbiamo creato un groviglio amministrativo? La Severino – ha concludo De Luca – è anche uno spaventoso abuso di potere da parte del Governo che la fece"

Lascia un Commento