Vincent Viola, originario di Sanza, nominato “segretario dell’Esercito USA”

Il 60enne Vincent ‘Vinnie’ Viola, magnate dell’elettronica e noto filantropo originario di Sanza, è stato nominato dal presidente americano Donald Trump in qualità di Segretario dell’Esercito USA.  

Si tratta di un incarico di natura civile, equivalente a quello di un sottosegretario italiano, che comporta la responsabilità legale per tutte le questioni coinvolgenti l’Esercito stesso e gli affari amministrativi che lo riguardano, dal personale alle infrastrutture, dagli approvvigionamenti all’ambiente.

Il ruolo non è considerato parte integrante del gabinetto presidenziale, anche se la designazione da parte del titolare della Casa Bianca va confermata dal Senato federale, al pari che per i ministri veri e propri.

Viola è un cattolico convinto, sposato e padre di tre figli, inserito da ‘Forbes’ nell’elenco degli uomini più ricchi degli Stati Uniti. Un curriculum militare di tutto rispetto, comprendente il diploma conseguito presso l’Accademia di West Point, nello Stato di New York, una delle più prestigiose al mondo.

Presidente e fondatore della compagnia finanziaria ‘Virtu Financial’, è anche un grande appassionato di sport: da studente praticava il football e possiede la squadra di hockey su ghiaccio dei Florida Panthers.

Lascia un Commento