Vietri sul Mare: Presto il Parco del Fuenti

Modalità e tempi previsti per i lavori al Parco del Fuenti, a Vietri sul Mare, sono stati illustrati ieri pomeriggio nel corso di una conferenza stampa tenuta all’ingresso del Parco che ieri è stato ufficialmente dissequestrato dalla magistratura a 4 anni dal provvedimento. L’architetto Maria Teresa Mazzitelli, (nella foto) proprietaria della struttura su cui prima sorgeva il megalbaergo del Fuenti, ha ricordato che il 30 settembre 2010 la Guardia di Finanza aveva sequestrato l’intero cantiere per una presunta speculazione edilizia, accusa che si è poi rivelata infondata. Mazzitelli ha detto che probabilmente per ottobre possano iniziare i lavori per il completamento del Parco del Fuenti. “L’obiettivo – ha spiegato la proprietaria – è mettere a reddito il Parco e la speranza è di poterlo inaugurare il 15 agosto del 2015”. L’architetto ha proseguito: “Intendiamo recuperare i rapporti con tutte quelle professionalità che ci stavano seguendo, coinvolgere anche un’azienda di famiglia, Luna Rossa Vini & Passione di Mario Mazzitelli, per la nascita del vino Fuenti, un vino di meditazione, che immagino sarà di vitigni di aglianico e piedirosso.

Il Parco, che si trova tra Vietri sul Mare e Cetara, dovrebbe dare nuovo slancio al territorio e nuova occupazione: a regime saranno circa 45 le persone impiegate, senza considerare l’indotto, che verrà dalle tante attività, dalla  pescaturismo alla degustazione delle eccellenze enogastronomiche della Campania, alla ceramica, ai corsi di cucina mediterranea. Per quel che riguarda i costi, l’architetto Mazzitelli ha spiegato che sono ancora un punto interrogativo in quanto quelli che erano stati stabiliti all’inizio del progetto sono ovviamente tutti saltati.

Ieri pomeriggio, alla conferenza stampa hanno partecipato anche il vicesindaco di Vietri sul Mare Antonietta Raimondi e l’assessore all’Urbanistica del Comune Angela Infante, il sindaco di Cetara Secondo Squizzato,  il progettista del Parco del Fuenti Massimo Adinolfi e l’avvocato Federico Conte.

Lascia un Commento