SPECIALE CRESCENT, DALLE 10 DIRETTE E COLLEGAMENTI SU RADIO ALFA

Speciale Crescent oggi a Radio Alfa con tutti i nostri appuntamenti di “Dentro la notizia” dedicati alla questione della grossa opera che si sta realizzando nella città capoluogo.
I lavori per la costruzione della struttura semicircolare disegnata dall’architetto spagnolo Bofill sono stati sospesi come noto dal Consiglio di Stato che ora dovrà decidere nel merito. Abbiamo raccolto varie voci e posizioni sul Crescent e soprattutto la preoccupazione di una 40ina di lavoratori che erano impegnati nel cantiere e che ora sono senza lavoro e soprattutto vivono nell’incertezza per il loro futuro. Nel corso della mattinata, con la presenza presso il cantiere della nostra giornalista Diletta Turco, abbiamo raccolto anche la posizione dei segretari dei sindacati degli edili, tra cui il segretario regionale Uil, Luigi Ciancio e del segretario della Filca Cisl, Ferdinando De Blasio, i quali hanno chiarito che sono fermi solo i lavori del Crescent e non di Piazza Libertà. Dai sindacati e dai lavoratori è stata  rinnovata la richiesta alla giustizia amministrativa di decidere al più presto sul futuro dell’opera.
Abbiamo intervistato anche il presidente del Comitato “No Crescent”, Pierluigi Morena, che rimane fermo sulla posizione nettamente contraria all’opera. Pur rispettando i lavoratori Morena dice che bisogna rispettare le sentenze.
Critico ma proposito sul caso Crescent il presidente di Legambiente Campania, Michele Buonomo, che ai microfono di Radio Alfa ha ricordato di aver sempre ritenuto la struttura non adatta alla città di Salerno considerandola una “saracinesca tra la città e il suo mare”. Buonomo a questo punto dei lavori propone di ridurre i volumi dell’edificio disegnato da Bofill.
L’assessore all’Urbanistica del Comune di Salerno, Mimmo De Maio, che solidarizza con i lavoratori edili impegnati nel cantiere del Crescent, auspica che il Consiglio di stato decida al più presto sul futuro dell’opera. De Maio ha ricordato agli oppositori del Crescent che l’area prima della riqualificazione era cementificata, abbandonata e degradata. Ai microfoni del nostro corrispondente Mattia Carpinelli, si è detto contrario al blocco dei lavori anche il consigliere dell’Udc, Salvatore Gagliano. L’ex assessore Mari invece è per una rivisitazione degli interventi. 

 

Se volete dire la vostra contattateci attraverso le pagine di fb (Noi di Radio Alfa e Radio Alfa) o inviateci un twitt e seguiteci su @radioalfa. E’ a vostra disposizione anche il numero per gli sms 338.11.11.102

Commenti (14)

  1. Nicola Vernieri 13/06/2012
  2. Nicola Vernieri 13/06/2012
  3. orazio 13/06/2012
  4. carlo 13/06/2012
  5. ciro 13/06/2012
  6. manuele celano 13/06/2012
  7. Dario 13/06/2012
  8. Rita Alfano 13/06/2012
  9. carmine 77 13/06/2012
  10. LuciaP 13/06/2012
  11. carmine 77 13/06/2012
  12. Ruggero Adinolfi 13/06/2012
  13. Redazione Radio Alfa 13/06/2012
  14. gerry 13/06/2012

Lascia un Commento