Viabilità sulla SS 163 Amalfitana, riunione in Prefettura. Decisioni e proposte

Le Cotoniere Saldi
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

A distanza di un anno dal primo incontro in Prefettura sulla delicata tematica della viabilità in Costiera Amalfitana, si è svolta oggi una nuova riunione richiesta da alcuni Sindaci per trattare diverse questioni che interessano la Strada Statale 163 “Amalfitana”.

Al centro dell’incontro la fragilità idrogeologica e idraulica del territorio, la sicurezza e incolumità delle persone e la viabilità in generale. In particolare, si è fatto il punto sulla situazione delle frane che da agosto hanno interessato la strada. 

Il Prefetto ha proposto agli amministratori locali un percorso per la messa in sicurezza dell’area interessata dalle frane nella consapevolezza della complessità della problematica derivante dalla estensione delle zone a rischio, dalla particolare conformazione morfologica del territorio, dalla molteplicità degli Enti competenti in materia e dalla difficoltà nell’individuazione dei proprietari dei terreni prospicienti alla strada che subisce la caduta di materiale roccioso.

In particolare, è stato proposto agli Enti di farsi promotori di una progetto di messa in sicurezza delle aree a rischio per l’accesso, a livello nazionale ed europeo, ai finanziamenti necessari alla effettuazione dei lavori di consolidamento dei costoni rocciosi e della creazione di strutture a protezione dell’asse viario per la mitigazione dei rischi legati al dissesto idrogeologico e idraulico del territorio.

E’ stato anche suggerito di sottoscrivere un Accordo per la creazione di un modello operativo che, in caso di frana, consenta un intervento immediato con una procedura standardizzata.

In relazione alla problematica attinente alla viabilità, il Prefetto ha ricordato la proposta progettuale avviata con l’Accordo quadro sottoscritto in Prefettura a maggio al quale sono seguite ordinanze di regolamentazione della circolazione dei dirigenti dei singoli comuni, ad oggi oggetto di impugnativa dinanzi al TAR. Le prescrizioni dell’ordinanza, se passeranno al vaglio di legittimità dei giudici, entreranno in vigore il prossimo 1° aprile e i Sindaci potranno sicuramente consentire l’accesso ai residenti, ai lavoratori, ai proprietari di case o a chi accede alle strutture alberghiere ed è in possesso di prenotazione, in deroga alle prescrizioni contenute nel provvedimento.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Le Cotoniere Saldi
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento