Viabilità in Costiera Amalfitana, il TAR accoglie ricorso imprese di trasporto turistico

Il TAR della Campania, sezione staccata di Salerno, ha accolto il ricorso presentato da alcune imprese di trasporto turistico che operano in Costiera Amalfitana con sede però in comuni diversi da quelli della Costiera.

Il Tribunale amministrativo ha annullato due ordinanze dell’ANAS con cui venivano introdotti specifici divieti di circolazione sulla Strada Statale 163 “Amalfitana”. In particolare, le ordinanze impugnate, vietavano il transito, in entrambi i sensi di marcia, degli autobus turistici di dimensioni superiori agli 8 metri nei giorni festivi e prefestivi e in alcuni ponti festivi nel corso dell’anno.

Secondo le imprese di trasporto, le ordinanze Anas finite nel ricorso non solo compromettevano la libertà di circolazione ma “prevedevano una irragionevole deroga ai divieti di transito improntate a logiche chiaramente discriminatorie, tra cui la residenza dei proprietari dei bus o altri aspetti indeterminati e di opinabile interpretazione, come quello della tutela dei diritti acquisiti”.

Per il TAR la mancata parificazione tra le imprese, con sede nei comuni della Costa di Amalfi e quelle di altri comuni, sfalserebbe l’intero mercato del trasporto ed ingenererebbe una sleale concorrenza.

Lascia un Commento