Via libera ai cibi da casa in aula a scuola. La sentenza del Consiglio di Stato

Il pasto portato da casa a scuola è legale: dopo il Tar arriva anche la decisione del Consiglio di Stato che, per la prima volta, si esprime sulla libertà del pranzo alternativo a quello della mensa pubblica.

La questione era stata sollevata dal Comune di Benevento, guidato dal sindaco Clemente Mastella, che aveva vietato il panino a scuola, quando nel giugno 2017 aveva varato il regolamento che rendeva obbligatoria la mensa nelle scuole pubbliche della città e circa 50 genitori avevano fatto ricorso al Tar della Campania.

Mentre la battaglia per il diritto al pasto da casa va avanti in molte città italiane, contrapponendo amministratori e genitori, per l’avvocato Giorgio Vecchione, legale dei genitori che avevano fatto ricorso, la prima sentenza del Consiglio di Stato su questa tematica è “destinata ad avere un respiro di carattere nazionale”.

Infatti il giudizio “del Supremo Giudice Amministrativo, unitamente alla consolidata giurisprudenza civile ed amministrativa già formatasi, dovrà orientare le scelte di dirigenti scolastici e amministratori locali”.

Lascia un Commento