Vertenza lavoratori sale bingo a Salerno, c’è l’accordo. Nessuno sarà licenziato

Boccata d'ossigeno per i 120 lavoratori delle sale bingo salernitane di Pastena e Fratte.

E’ stato sottoscritto ieri, nel corso di una riunione a Roma, l’accordo tra la Operbingo e la Cisal Terziario.

Nessuno dei lavoratori sarà licenziato.

L'azienda, a causa di alcune difficoltà economiche, aveva deciso di chiudere i battenti delle due strutture con sede a Salerno. Il pericolo è stato quindi scongiurato.

Per quanto riguarda le unità produttive di Salerno, le parti hanno concordato che il loro mantenimento sarà subordinato alla riduzione del 25% delle ore lavorate sulle due salernitane, con l’unificazione dei turni di lavoro.

La riduzione oraria avrà 36 mesi di validità a far data dal prossimo Primo febbraio 2017.

Via libera anche agli incentivi all’esodo con i dipendenti che dovranno comunicare la propria volontà di usufruire di questo provvedimento entro il prossimo 18 dicembre.

L’azienda erogherà fino a 11 mensilità lorde a cui si aggiungeranno anche altri 4mila euro per coloro che comunicheranno la mancata opposizione al licenziamento.

Inoltre, per ogni figlio a carico verranno riconosciuti altri 1.000 euro.

Entro la fine del mese di febbraio 2017 si terrà una riunione per tracciare un primo bilancio dei provvedimenti adottati.

Lascia un Commento