Vertenza Ergon a Polla, licenziati 58 dipendenti

E’ partita la procedura di licenziamento per 58 dipendenti della Ergon di Polla, la società già sotto procedura fallimentare che si occupava della raccolta e gestione dei rifiuti solidi urbani a sud della provincia di Salerno.

Il curatore fallimentare dell’azienda partecipata ha infatti inviato la lettera ai dipendenti nella quale annuncia la risoluzione del rapporto di lavoro a far data dal prossimo 31 ottobre.

Nella missiva inviata alla Regione, ai sindacati e al Consorzio, il commissario liquidatore Michele Iuliano spiega i motivi che hanno portato al licenziamento collettivo. Iuliano pone l’attenzione sul “differimento o nel mancato pagamento delle fatture da parte dei committenti dovute a difficoltà finanziarie o a contestazioni degli accordi sottoscritti in merito al costo del servizio che ha innescato un meccanismo vizioso con grave crisi di liquidità per la Ergon”.

Una situazione che sarebbe divenuta insostenibile portando all’impossibilità di far fronte al pagamento degli stipendi e a rispettare gli obblighi di natura previdenziale e assistenziale con conseguente irregolarità ai fini Durc, generando il blocco totale dei pagamenti e l’impossibilità di un corretto svolgimento dell’attività lavorativa. E in questo circolo si è arrivati alla perdita di commesse con conseguente passaggio di cantiere.

Lascia un Commento