Fare Verde sulle spiagge italiane “plastica problema gravissimo”

La plastica è il rifiuto più invadente sulle spiagge italiane.

Per questo l’associazione ambientalista Fare Verde chiede al Governo Italiano di farsi promotore di un’azione coordinata con l’Unione Europea e le Nazioni che si affacciano sul Mar Mediterraneo. La soluzione per Fare Verde é il vuoto è a rendere e l’eliminazione degli imballaggi in plastica.

La proposta dell’associazione ambientalista arriva al termine della manifestazione nazionale “Il mare d’inverno” che Fare Verde organizzata da 27 anni per la pulizia delle spiagge nell’ultima domenica di gennaio.

L’edizione 2018 si è svolta con il patrocinio della Commissione Europea – Rappresentanza per l’Italia, del Ministero dell’Ambiente, di varie Regioni e Enti Locali.

I volontari di Fare Verde in tutta Italia hanno raccolto 700 sacchi di rifiuti, ben 7.000 bottiglie di plastica, 1.350 contenitori in vetro, 200 lattine di metallo, tanto polistirolo e immondizia varia. Tra i rifiuti raccolti anche cose molto curiose e impensabili, come un fallo di plastica sull’arenile di Tarquinia.

A Scario di San Giovanni a Piro, nel Golfo di Policastro, trovati pneumatici, scarpe e mutande.

Lascia un Commento