Vendeva la figlia a un pedofilo per 15euro, arrestata a Battipaglia

Obbligava la figlia 12enne a prostituirsi. E’ stata arrestata questa mattina dai Carabinieri della Compagnia di Battipaglia.
E’ una 31 enne salernitana accusata di prostituzione minorile a danno della figlia 12enne che viveva con lei ma anche di non avere impedito i rapporti intimi della ragazzina con un uomo anziano e infine del delitto di estorsione continuata. Le  indagini, condotte dai Carabinieri  di Battipaglia anche attraverso intercettazioni, hanno permesso di accertare che,  da  giugno a settembre dello scorso anno, la donna aveva sfruttato, e comunque organizzato, la prostituzione della figlia adolescente conducendola con sè ad appuntamenti finalizzati al compimento di atti sessuali ed offrendola ripetutamente ad  un uomo anziano dal quale riceveva in cambio modeste somme di denaro (dai 5 ai  15 €uro).
I carabinieri hanno scoperto che la donna spesso contattava al telefono l’uomo anziano spacciandosi per la figlia minorenne, imitandone la voce, offrendosi di incontralo per incontri sessuali. La donna poi è accusata anche di estorsione continuata in danno di un uomo di 47 anni, con cui aveva una relazione sessuale.
La 31enne minacciava l’uomo di riferire alla moglie dei loro rapporti e di svelare di essere lui il padre del bimbo che la donna aspettava, circostanza non vera. Per il suo silenzio il 47enne aveva versato circa 4mila euro.

Lascia un Commento