Vediamoci chiaro: spese sanitarie, facciamo chiarezza

Nuovo appuntamento con “Vediamoci chiaro”, la rubrica economica condotta da Annavelia Salerno con il commercialista Enzo Carrella, che informa su come compilare la dichiarazione dei redditi con le spese sanitarie rimaste fuori dal 730 precompilato, per la detrazione 2016.

Per capire quali medicinali da banco godono della detrazione fiscale del 19% in dichiarazione dei redditi (730 o UNICO) in quanto spese sanitarie, è la distinzione tra farmaci e parafarmaci.

Dunque, si possono detrarre le spese per aspirina e analgesici ma non per integratori alimentari, anche se prescritti dal medico. Anche per il 2016, quindi, il contribuente è chiamato a calcolare da sé l’ammontare delle spese farmaceutiche prive di prescrizione: l’Agenzia delle Entrate ha infatti confermato che l’importo degli scontrini per i farmaci da banco non sarà automaticamente inserito nel 730 precompilato. In pratica, nel 730/2016 confluiranno solo le medicine acquistate nel 2015 dietro presentazione di ricetta medica.

 

Riascolta qui l’appuntamento di questa settimana  

Vediamoci chiaro del 03.02.2016

Lascia un Commento