VEDIAMOCI CHIARO – La caccia agli evasori nei luoghi di vacanza

Il Fisco è a caccia di evasori e le spese per le vacanze diventano spie del reddito. I controllori dell’Agenzia delle Entrate, infatti, questa estate sono stati spediti in missione sulle spiagge, porti e alberghi e in tutti luoghi dove le abitudini dei turisti non vanno d’accordo con le loro dichiarazioni dei redditi.

Difficile dare dei numeri precisi perché l’attacco all’evasione balneare, avviato a luglio e che ha vissuto proprio in agosto il suo momento di picco, prosegue anche a settembre. Il principio che muove i controlli è che per spendere bisogna aver guadagnato.

Difficile dare dei numeri precisi perché l’attacco all’evasione balneare, avviato a luglio e che ha vissuto proprio in agosto  il suo momento di picco  con code anche nelle prime due settimane  di settembre.

Dell’argomento parleremo in “Vediamoci chiaro” a Radio Alfa, oggi alle 11:35, con il nostro esperto di economia e tributi Enzo Carrella. Per le vostre domande e commenti, come sempre, potete scrivere a redazione@radioalfa.fm o nello spazio commenti di questa notizia.

Lascia un Commento