Valva, messa e fiaccolata per Stefano Feniello. Ascolta l’intervista al papà Alessio

Ad un mese dalla tragedia dell’Hotel Rigopiano di Farindola, in Abruzzo, dove hanno perso la vita 29 persone e solo 11 sono state tratte in salvo, ieri sera si è svolta a Valva, una messa ed una fiaccolata in ricordo di Stefano Feniello, il 28enne originario del piccolo comune salernitano, deceduto sotto le macerie dell’Hotel Rigopiano, il 18 gennaio scorso.

Il 17 gennaio, Stefano insieme alla sua fidanzata Francesca, aveva raggiunto l’hotel per festeggiare il compleanno. Il rientro a casa dei due giovani era previsto per il 18 gennaio, rinviato di qualche ora a causa dell’eccessiva presenza di neve che aveva bloccato le strade di Farindola, in attesa di una turbina spazzaneve mai arrivata al Rigopiano.

Intanto sulle responsabilità delle Istituzioni e sul grave ritardo dei soccorsi indaga la Procura di Pescara che ha aperto un’inchiesta per omicidio plurimo colposo e disastro colposo.

Una tragedia che ha sconvolto l’intera cittadina della Valle del Sele che ieri sera, ha testimoniato insieme ai sindaci, il suo affetto e la sua vicinanza ai genitori di Stefano, papà Alessio e mamma Maria, chiedendo giustizia per le vittime del Rigopiano.

Mariateresa Conte ha incontrato in esclusiva per Radio Alfa, il padre di Stefano, il signor Alessio Feniello.

Riascolta l’intervista audio
Alessio Feniello a un mese dalla tragedia di Rigopiano

Guarda il video

Lascia un Commento