Valva, i giardini di Villa D’Ayala a rischio per un bruco killer. L’intervista

18 ettari tra bosco e giardini della villa reale D’Ayala a Valva, sono a rischio distruzione a causa della presenza di un bruco killer che sta mangiando le piante ornamentali di bosso che circondano il sito storico. Il piralide del bosso già dallo scorso anno sta mettendo in ginocchio i giardini all’italiana e all’inglese di uno dei siti storici più belli d’Italia situato nella Valle del Sele, di proprietà dell’Ordine dei Cavalieri di Malta e gestito dal Comune di Valva, sotto la supervisione della Soprintendenza per i beni archeologici e storici di Salerno.

A lanciare l’allarme della presenza dell’insetto, è Antonio Cuozzo, il custode e guida turistica della Villa d’Ayala-Valva, Antonio Cuozzo, che ogni giorno cura i giardini della villa reale e ne narra la storia e la bellezza ai turisti.

Antonio Cuozzo

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento