Valorizzare il patrimonio poco conosciuto di Salerno. Intervista ad Angela Pontrandolfo

In un’estate, questa del 2018, che ha consacrato il successo da record per il sito archeologico di Paestum, va necessariamente fatta una riflessione sulle opere di valorizzazione di altri siti, beni patrimoniali ed archeologici, del territorio provinciale e della stessa città di Salerno. 

Buona parte anche della storia della città resta sconosciuta ai più, come quella che fa riferimento alle radici etrusche. Eppure il sito di Fratte o il sito di Pontecagnano, nella storia, hanno rappresentato fondamentali punti di riferimento per la crescita e lo sviluppo economico del territorio. 

Un’operazione di valorizzazione partita, in primis con gli scavi, dall’Università degli Studi di Salerno. 

Ne abbiamo parlato con il professore Emerito di Archeologia dell’Università Salernitana, Angela Pontrandolfo 

Pontrandolfo su sito Fratte

Lascia un Commento