Vallo della Lucania, partorisce e nasconde corpicino in una valigia. Indagata per omicidio

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

È indagata per omicidio la donna 30enne di origini moldave, che dopo aver partorito un bambino, ha nascosto il corpicino senza vita in una valigia nella sua abitazione a Vallo della Lucania.

La donna si è poi recata al pronto soccorso dell’ospedale San Luca per una emorragia in corso. I medici avendo capito la situazione hanno avvisato i carabinieri che a casa della donna nella frazione di Angellara hanno fatto la macabra scoperta. La valigia con il neonato morto era nascosta dietro un armadio. 

L’autopsia eseguita ieri pomeriggio dal medico legale Adamo Maiese, incaricato dalla Procura della Repubblica vallese, ha fatto emergere, tra le cause della morte del neonato, lo schiacciamento del cranio con conseguenti lesioni alle ossa. La donna che avrebbe fatto tutto da sola è stata sottoposta a fermo e iscritta nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio. La 30enne è ricoverata in ospedale a Vallo della Lucania.

La triste vicenda ha scosso la comunità di Angellara dove la donna lavora come badante. Pare che nemmeno i datori di lavoro della 30enne, sapessero della gravidanza in corso: la donna, anche grazie alla sua robusta corporatura, sarebbe riuscita a tenere nascoste le sue condizioni. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

#IoRestoACasa

Ecco un video che spiega come fermare il contagio da #coronavirus

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp