Vallo della Lucania, “la Yele dovrà essere sciolta”. Lo ha stabilito il Tribunale

La Yele, la società con sede a Vallo della Lucania che si occupava della gestione rifiuti in alcuni comuni del Cilento, dovrà essere sciolta.

Lo ha stabilito il tribunale di Vallo della Lucania dopo che il collegio sindacale aveva chiesto l’intervento della magistratura per verificare se ci fossero le cause per lo scioglimento della società.

Il tribunale si è espresso, pertanto la società Yele non ha più ragione di esistere. Entro e non oltre cinque giorni dalla comunicazione del 6 marzo il consiglio di amministrazione deve convocare d’urgenza l’assemblea straordinaria dei soci per la messa in liquidazione e  la nomina del liquidatore.

In pratica la Yele va sciolta perché i componenti del consiglio di Amministrazione sono tutti dimissionari, e quindi, il tribunale ha riconosciuto la paralisi irreversibile che ha portato la società a non poter più svolgere alcuna funzione al servizio del territorio.

Lascia un Commento