Vallo della Lucania. Inchiesta Kamaraton, revocati i provvedimenti cautelari per Mauro Esposito e Antonietta Coraggio

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Revocato sia il divieto di dimora sia l’interdizione dai pubblici uffici per Mauro Esposito, al tempo, responsabile finanziario del Comune di Camerota e per Antonietta Coraggio che può tornare a fare il Responsabile dell’Utc di Camerota e il ViceSindaco di Vallo della Lucania

Per il gip, sono venute meno le esigenze cautelari a carico del commercialista di Palinuro, da un anno incaricato presso altro Comune e quindi nella impossibilità di mantenere un contatto con il contesto investigativo in cui sarebbero maturate le condotte oggetto di contestazione.

Nell’inchiesta Kamaraton, la Coraggio è finita quale presidente della società partecipata La Marina il Leon di Caprera da cui secondo gli inquirenti sarebbe stati distratti fondi a favore di ex amministratori di Camerota. L’interrogatorio è durato oltre due ore. La Coraggio ha spiegato la sua estraneità ai fatti contestati, la maggior parte delle condotte che hanno portato al blitz dei carabinieri sono riferiti a momenti in cui non occupava l’incarico di presidente della società partecipata.

 Nel faldone dell’inchiesta rientrano tanti nomi di professionisti, altri ex politici e altri ex funzionari. Tutti hanno avuto a che fare con il Comune di Camerota almeno nel periodo che va dagli anni 2012 e 2017.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento