Vallo della Lucania, fece abortire l’amante, parroco a processo


Sarà processato dai giudici del Tribunale Ecclesiastico Campano, il sacerdote che chiese all’amante di abortire.
I fatti risalgono a cinque anni fa. Il parroco intrecciò una relazione con una giovane parrocchiana già sposata. La ragazza, dopo qualche mese però restò incinta e il sacerdote, probabilmente sconvolto, avrebbe chiuso la relazione chiedendo alla giovane amante di interrompere la gravidanza.
La notizia, si diffuse velocemente nella comunità parrocchiale, arrivando anche al marito della ragazza che decise di rivolgersi prima al Vescovo e poi al Tribunale Ecclesiastico raccontando anche di minacce da parte del prete pur di convincere la 30enne ad abortire.
La ragazza alla fine ha abortito.
Il sacerdote è stato trasferito in un’altra Parrocchia ma il marito tradito, ritenendo il trasferimento una decisione blanda, si è rivolto alla Congregazione per il Clero presso la Santa Sede che ha avviato le indagini. 

Lascia un Commento