Vallo della L.(SA) – Processo Mastrogiovanni, le arringhe della difesa dal 22 ottobre

Ieri al Tribunale di Vallo della Lucania c’è stata un’altra udienza fiume nell’ambito del processo agli imputati per la morte del maestro elementare Franco Mastrogiovanni, avvenuta nell’agosto del 2009 per una contenzione durata quasi 90 ore, all’interno del reparto psichiatrico dell’ospedale San Luca di Vallo.

Il processo, a carico di 6 medici e 12 infermieri, riprenderà lunedì 22 ottobre, alle 12, con le arringhe dei difensori degli imputati. Altre udienze sono state fissate il 23 e 24 ottobre. Il 29 ottobre ci saranno le repliche e per il 30 ottobre sarà emessa la sentenza dal presidente del collegio giudicante, Elisabetta Garzo.

Ieri ha preso la parola l’avvocato Bartolo De Vita che, facendo scorrere le terribili immagini del video, ha parlato per l’ASL Salerno, costituitasi parte civile contro i medici e gli infermieri. L’avvocato ha detto, fra l’altro, che la contenzione non veniva annotata nella cartella clinica, né veniva autorizzata da un medico con atto scritto indicante tempi e modalità. Ha concluso affermando che quello che hanno fatto i 18 sanitari rappresenta un grande danno per l’immagine e la credibilità dell’azienda.

Per l’ avvocato Valentina Restaino dell’Unasam la dignità umana dei pazienti è stata calpestata e distrutta con esseri umani gettati pubblicamente come animali.

Ieri in aula era presente solo un medico e quattro infermieri. La prima parte dell’udienza è stata seguita da alcuni studenti dell’Istituto Cenni di Vallo della Lucania; presenti anche persone venute dalla Calabria.

Lascia un Commento