Vallo della L. (SA) – Il Parco cerca manifestazioni d’interesse da privati per gestire dei beni

L’ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ha pubblicato un avviso pubblico di manifestazione d’interesse a ricevere e valutare proposte presentate da soggetti privati, riguardanti la realizzazione e gestione della “Rete di servizi turistico-culturali di eccellenza”, capace di garantire a ciascun bene, nella propria disponibilità, la migliore fruizione possibile.
I beni indicati nell’avviso pubblico sono 13 e si trovano in altrettanti Comuni del territorio protetto. Sono: Montecorice, Sacco, Sant’Arsenio, Corleto Monforte, Sanza, Ascea, Centola, Laurino, Sassano, San Pietro al Tanagro, Roccadaspide, San Mauro La Bruca.

Il Parco, come viene spiegato nell’avviso pubblico, “intende affidare in gestione una serie di proprietà al fine di realizzare una rete di servizi, come centri accoglienza, info-point, stazioni di ristoro, aree multimediali wi-fi , piccoli laboratori di produzione, esposizione e vendita di prodotti legati al tema dell’artigianato tipico e della Dieta Mediterranea.

L’affidamento in gestione dei beni pubblici ai privati avrà una durata massima di 15 anni. Le proposte dovranno essere presentate a Parco con sede a Vallo della Lucania entro il 19 luglio 2013. Saranno poi valutate da apposita commissione che verrà nominata in una fase successiva.

L’iniziativa dell’ente parco intanto sta già suscitando reazioni negative in alcuni dei comuni interessati che non ci stanno a cedere beni ricadenti sui loro territori a privati che magari sono estranei agli stessi

Lascia un Commento