Vallo della L. (SA) – Ente Parco, ancora una volta orfano del Piano

La lunga e travagliata vicenda legata all’approvazione del Piano del parco del cilento registra un nuovo e clamoroso colpo di scena. Il Tar Campania martedi scorso ha emesso una sentenza che ha annullato la delibera del Consiglio regionale della Campania del 24 dicembre del 2009, con cui veniva approvato il “Piano del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, nonché la delibera 86 del 28 dicembre 2001, del Consiglio direttivo dell’Ente, recante l’approvazione in via definitiva del Piano. La vicenda ha origine nel marzo del 2010 quando il comune di Montecorice, presentava ricorso per l’annullamento degli atti relativi la pianificazione dell’area protetta, adducendo una palesata violazione del principio di legale collaborazione, eccesso di potere per sviamento, falsità della causa, carenza d’istruttoria.
Il Tar Campania, accogliendo il ricorso, ha sentenziato anche che la scala di rappresentazione grafica, utilizzata dai tecnici dell’Ente per la definizione del Piano, è effettivamente eccessivamente ampia, come evidenziato dal Comune di Montecorice. In sostanza, la scelta della scala di rappresentazione, a causa della sua astrattezza, secondo i giudici, non è in grado di facilitare la gestione in concreto del Piano ed è foriera di incertezze interpretative che incideranno negativamente sulla formazione e sullo stesso adeguamento degli strumenti urbanistici comunali.
Sconcerto per la notizia a palazzo Mainenti, sede dell’Ente Parco. Il Presidente Amilcare Troiano aspetta di prendere visione delle motivazioni contenute in sentenza prima di agire; nel frattempo ha avviato una serie di contatti con la Regione Campania e con l’avvocatura dello Stato per decidere l’eventuale ricorso al Consiglio di Stato.

Lascia un Commento