Val d’Agri, decisa la chiusura temporanea del Centro Oli di Viggiano

L’Eni ha deciso “la chiusura temporanea” del centro oli Val d’Agri di Viggiano e ha avviato le “procedure di fermo dell’impianto.

La decisione è la conseguenza della delibera approvata dalla Giunta regionale della Basilicata, adottata sabato sera.

La compagnia petrolifera ha ribadito “di aver adempiuto a tutte le prescrizioni imposte dagli enti competenti che sono sempre stati tenuti informati sulle attività di intervento e di monitoraggio ambientale in corso.

Da alcune settimane la tensione è evidente tra la Regione e l’Eni che, lo ricordiamo in Basilicata lavora decine migliaia di barili di petrolio estratto dal territorio lucano.

La Giunta regionale ha preso la clamorosa decisione di sospendere tutte le attività della mega-struttura di Viggiano a causa dell’inquinamento prodotto da uno sversamento dal Centro Olio Val d’Agri.

La questione Val d’Agri assume rilevanza nazionale in quanto dalla Basilicata arriva circa il 70% del petrolio estratto in Italia e circa il 23% del metano.

Lascia un Commento