Vaccini, per la Cgil famiglie disorientate e istituzioni incapaci

Sull’obbligo vaccinale interviene con una nota la Cgil Salerno funzione pubblica inviata al Commissario regionale per la Sanità. Per il sindacato, la Legge 119/2017 sull’obbligo vaccinale sta causando disagi per le famiglie, disorientate di fronte all’incapacità di ASL e Scuola di creare un percorso chiaro per l’applicazione della legge. L’incapacità si riversa anche sugli operatori dei centri vaccinali, in alcuni casi vittime di episodi di violenza fisica e verbale.

Manca, quindi, un po’ di chiarezza, nonostante le circolari del Ministero della Salute che hanno previsto, nell’anno scolastico 2017-2018, la possibilità per gli Istituti Scolastici di inviare gli elenchi nominativi degli alunni ai Centri Vaccinali delle ASL, che avranno tempo fino al 31 marzo 2018 per verificare la situazione vaccinale di ogni singolo alunno, o, se necessario, per invitare le famiglie a provvedere.

Pertanto la CGIL-FP ritiene indispensabile l’intervento urgente del Commissario alla Sanità della Regione Campania.

Lascia un Commento