In vacanza alle Maldive con i proventi dei furti, i dettagli dell’operazione tra Salerno e Napoli

Si vantavano di guadagnare 4.000 euro al mese, quanto ai politici dicevano.

Con quei soldi i ladri d’appartamento arrestati oggi all’alba se ne andavano in vacanza in un lussuoso resort alle Maldive.

Era questo il frutto dell’attività illecita della banda attiva in tutta la Campania, in particolare nelle province di Salerno, Napoli e Avellino.

A scoprirli, i carabinieri che questa mattina hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Salerno. In manette sono finiti Ciro Romano, Giuseppe Romano e Ciro Guillari, residenti nel Rione Traiano di Napoli.

Nel corso di indagini coordinate dalla Procura di Salerno, i carabinieri della Sezione reati contro il patrimonio hanno accertato che nel periodo tra luglio e settembre 2016 la banda aveva commesso numerosi furti in case dei quartieri residenziali di Napoli, Salerno e altri comuni della Campania.

Gli arrestati con sopralluoghi di giorno individuavano gli appartamenti da colpire e con la tecnica del “pezzetto di carta” verificavano se i proprietari fossero rientrati.

Poi i furti, di mattina nei giorni di mercato, di notte nelle case lasciate dalle famiglie in vacanza. I “pali” si piazzavano con le auto nelle vicinanze, pronte per la fuga.

Sono in corso accertamenti per verificare l’esistenza di eventuali complici nei territori in cui si sono registrati i furti.

Riascolta l’intervista al Procuratore Capo di Salerno, Corrado Lembo, al microfono di Monica Di Mauro
Corrado Lembo

Lascia un Commento