Usura ed estorsioni. Due misure cautelari a Montecorvino Rovella

Usura aggravata, estorsione, lesioni personali ed esercizio abusivo dell’attività finanziaria. Sono le pesanti accuse nei confronto di due persone di Montecorvino Rovella a cui questa mattina i carabinieri hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal Gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della locale Procura.

Un 39enne è finito in carcere, mentre un 42enne ha l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria, entrambi pregiudicati. Le indagini, eseguite dai carabinieri della Compagnia di Battipaglia, erano state avviate a seguito delle denuncia di una delle tre vittime, imprenditori e commercianti che per aver ottenuto delle somme in prestito erano stati costretti a pagare interessi usurai fino al 266% annuo. In un caso uno dei due indagati per ottenere la restituzione delle somme ha aggredito il debitore procurandogli lesioni guaribili in una decina di giorni e danneggiandogli anche il negozio.

Oltre alle due misure cautelari i carabinieri stamani hanno proceduto al sequestro preventivo, di un’abitazione a Capaccio, sino alla concorrenza della somma di circa 84mila euro, ritenuta frutto dell’attività usuraia.

Lascia un Commento