“Usa e getta? No, grazie”, a Marina di Camerota il trash mob di Legambiente

Bicchieri, stoviglie, posate e bottiglie, se non smaltiti correttamente, possono durare nell’ambiente almeno 450 anni e senza scomparire mai del tutto frammentandosi in miliardi di microplastiche che possono facilmente raggiungere il mare e contaminare la catena alimentare.

Proprio per sensibilizzare su questo tema, è stata presentata oggi “Usa e getta? No, grazie”, la nuova campagna di informazione e sensibilizzazione di Legambiente per la prevenzione e la messa al bando di alcuni prodotti usa e getta e stimolare il cambiamento spontaneo delle abitudini dei cittadini e incoraggiare un intervento più deciso dei governi nell’arginare il problema dell’abbandono dei rifiuti sulle spiagge.

I volontari dell’associazione hanno promosso questa mattina un “trash mob” sulla spiaggia Calanca di Marina di Camerota. Tra lo stupore dei bagnanti, sono così comparsi in spiaggia un enorme piatto, posate, una bottiglia e una mega cannuccia.

Secondo gli ultimi dati dell’indagine Beach Litter, in Campania oltre il 20 per cento dei rifiuti trovati sulle 22 spiagge monitorate nella regione è rappresentato proprio da bottiglie di plastica, stoviglie usa e getta e buste in plastica.

Lascia un Commento