Uova contaminate, carico bloccato nel Vallo di Diano

C’è grande attenzione da parte delle autorità e dei consumatori dopo l’allarme sulle uova contaminate da Fipronil.

In Campania sono stati sequestrati due stabilimenti di produzione di uova: uno a Sant’Anastasia, nel napoletano, e l’altro in provincia di Benevento.

Gli accertamenti sono a cura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno che sta facendo verifiche su prodotti avicoli e su ovoprodotti.

I risultati delle analisi effettuate nei due stabilimenti sotto sequestro sono stati già inviati alla Regione Campania, al servizio veterinario regionale e alle Asl. Avviato anche il rintraccio e il ritiro dal mercato di eventuali prodotti contaminati.

Nelle ultime ore un sequestro per accertamenti è stato eseguito anche nel Vallo di Diano dal personale del Distretto sanitario Sala Consilina-Polla. Il carico di uova è stato bloccato prima di essere messo in commercio. Sarebbe arrivato proprio dall’allevamento di Sant’Anastasia, posto sotto sequestro.

I controlli proseguono su tutta la filiera con l’obiettivo di continuare a garantire la sicurezza alimentare dei prodotti e di tutelare i cittadini consumatori della Campania, fanno sapere dell’Istituto Zooprofilattico.  

Lascia un Commento