“Uno scherzo sfuggito al controllo”, incendio a Sarno appiccato da un gruppo di giovanissimi

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Le Cotoniere Saldi

Uno scherzo sfuggito al controllo. E’ l’inquietante motivazione alla base dell’incendio che ha distrutto il monte Saretto a Sarno venerdì scorso. Ad appiccare le fiamme una banda di giovanissimi.

E’ stato il più giovane della banda, un 16enne, a confermare crollando davanti alle domande incalzanti degli inquirenti, sostenuto dagli assistenti sociali. Il 16enne ora è indagato insieme ad un 17enne per incendio doloso.

Resta da chiarire la posizione e il ruolo di altri tre ragazzi maggiorenni.

Le indagini, avviate dai carabinieri di Nocera Inferiore con il supporto della stazione carabinieri Forestale di Sarno, hanno consentito di concentrare l’attenzione sui giovani e le cui posizioni sono al vaglio della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Salerno e della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore. 

Il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, ha fatto una sua riflessione mettendo a confronto i giovani piromani e i giovani volontari dall’altra. “Sembra una lotta tra il bene ed il male; tra barbarie ed umanità; tra superficialità e generoso sacrificio” così Canfora. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Le Cotoniere Saldi
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento