Università, il 3 settembre test di accesso alla facoltà di Medicina per 68mila candidati

Pochi giorni all’inizio del nuovo anno scolastico ed è anche il periodo dei test di accesso alle Università. Per quello di Medicina sono oltre 68mila i candidati che il 3 settembre si sottoporranno alla prova di selezione per rientrare tra i posti messi a bando dalle Università secondo le disposizioni Ministeriali per l’accesso programmato nazionale.

Skuola.net indica le novità in 10 punti: i candidati che hanno ultimato l’iscrizione ai test per l’ammissione ai corsi di laurea in Medicina e Odontoiatria, Architettura e Veterinaria sono stati complessivamente 84.716.

Gran parte di loro, 68.694, sono gli iscritti per Medicina e Odontoiatria (l’anno scorso erano 67.005). In aumento anche gli iscritti ai test di Medicina e Odontoiatria in lingua inglese: sono 10.450, nel 2018 erano 7.660.

A medicina i posti messi a bando sono 11.568 (erano 9.779 lo scorso anno) e per Odontoiatria e Protesi Dentaria sono 1.133 (erano 1.096). Il rapporto tra posti e iscritti è circa di uno ogni 6.

La cultura generale avrà maggiore spazio rispetto al passato, passando da 2 a 12 quiz. Le domande di logica, al contrario, verranno ridotte da 20 a 10. Invariato il numero di quesiti per le altre materie: 8 per matematica e fisica, 12 per chimica, 18 per biologia. Il Miur ha pubblicato su Universitaly un esempio della nuova versione del test.

Per rispondere alle 60 domande del test di medicina, come in passato, si avranno a disposizione 100 minuti. Si inizierà in tutta Italia alle ore 11. Ogni ateneo darà le informazioni sugli orari di convocazione e sul luogo dove si svolgerà il test.

Il 4 settembre toccherà ai futuri veterinari. Il test di Architettura è fissato per il giorno dopo, quello di Professioni Sanitarie l’11 settembre. Il 12 è la volta di Medicina in Lingua Inglese. Conclude il test di Scienze della Formazione primaria, il 13 settembre.

Ma per gli aspiranti medici ci sono altre date da tenere a mente. Infatti, il 17 settembre usciranno – in forma anonima – i risultati e i punteggi della prova. Il primo ottobre, invece, sarà la volta della graduatoria nazionale, e tutti i candidati sapranno se saranno “assegnati” o “prenotati” in una sede universitaria.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento