“Università di Strada”, a Padula un progetto per il riscatto socio-culturale

Riunione operativa ieri al Comune di Padula per realizzare il progetto “Università di Strada”, che vede protagonista UNIEDA (Unione Italiana di Educazione degli Adulti) insieme al Comune.

L’iniziativa consiste nell’organizzare eventi di apprendimento permanente nelle periferie delle città, nei centri storici e nei centri più piccoli dove è presente un progressivo depauperamento della popolazione.

UNIEDA ha un’esperienza di circa 30 anni di attività che puntano a coinvolgere i luoghi pubblici in stato di bisogno culturale per farli riscattare socialmente ed economicamente. Si tratta prevalentemente di anziani soli, adulti fuoriusciti dal lavoro a causa della crisi economica, persone emarginate. L’Università di Strada – come si legge in una nota – è un modo per riavvicinare questi cittadini al “piacere” di apprendere, di far parte di una comunità offrendo un percorso innovativo che va loro incontro suddiviso per aree formative che vanno dall’educazione ambientale all’alfabetizzazione informatica.

“A Padula si terranno 70 incontri relativi all’Università di Strada che coinvolgeranno varie fasce sociali, tra cui gli anziani – hanno spiegato il sindaco Paolo Imparato e l’assessore Filomena Chiappardo – E’ un progetto culturale e di inclusione sociale che vuole essere un’esperienza positiva grazie all’organizzazione di corsi, workshop e vari appuntamenti, creando una rete diffusa su tutto il territorio nazionale”.

Lascia un Commento