Universiadi 2019, nell’area medica anche la facoltà di Medicina dell’Università di Salerno

L’organizzazione dell’area medica delle prossime Universiadi 2019 a Napoli e in Campania è stata al centro del tavolo tecnico che si è tenuto negli uffici del commissario straordinario Gianluca Basile al Centro Direzionale di Napoli.

Due i pilastri dell’organizzazione: la Regione, attraverso le sue Asl, e gli atenei campani Federico II, Università Vanvitelli e di Salerno con le loro facoltà di Medicina. Sono stati scelti i referenti medici che dovranno coordinare l’esercito di medici e infermieri cui sarà affidata la salute degli oltre 8mila atleti attesi in Campania nel 2019.

Nelle prossime settimane si provvederà al reclutamento del personale che verrà fornito dalle strutture sanitarie della Campania e delle ambulanze equipaggiate. Tra le misure già prese la presenza di un presidio medico permanente nei luoghi in cui alloggeranno gli atleti, e dunque alla Stazione Marittima di Napoli, a Caserta e a Salerno. Dal tavolo è emersa anche la necessità di garantire una serie di controlli all’arrivo delle delegazioni per contrastare la diffusione di eventuali malattie infettive.

Lascia un Commento