Universiadi 2019 in Campania, si valuta soluzione villaggio prefabbricato per alloggi atleti

Si è svolta ieri a Roma la riunione della cabina di regia sulle Universiadi 2019 in Campania. E’ stato deciso di avviare un’indagine preliminare tra gli armatori e i costruttori di case prefabbricate per decidere come e dove allestire il villaggio delle Universiadi a Napoli.

Potrebbe essere non più sulle navi ancorate alla Stazione Marittima, come proposto inizialmente, ma alla Mostra d’Oltremare, in case prefabbricate. Per questo è stata avviata l’indagine che sarà condotta dall’ufficio del commissario per le Universiadi Luisa Latella e i cui risultati saranno esaminati in una nuova cabina di regia in programma tra circa due settimane per trovare la migliore soluzione e valutare tempi, modalità di allestimento e costi.

Il prefetto Latella spiega che saranno molto importanti le tempistiche di allestimento del villaggio e dei moduli prefabbricati.

“Io non credo – sostiene il commissario – che dividere a metà il villaggio tra le navi e la Mostra d’Oltremare sia la soluzione più adatta, anche perché già avremo degli atleti a Caserta e altri a Salerno. Meglio concentrarli in un’unica sede e la Mostra d’Oltremare avrebbe i suoi vantaggi sia sulla sicurezza, perché recintata, sia perché è più decentrata rispetto al centro cittadino e non ci sarebbe la concomitanza del traffico passeggeri delle navi normali”.

Alla riunione ieri hanno partecipato anche il vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, il presidente del Cusi, Lorenzo Lentini ed i rappresentanti del Coni e dei ministeri dello Sport, della Coesione territoriale e dell’Università.

Lascia un Commento