UNITA’ D’ITALIA – Salerno capitale dimenticata nei festeggiamenti ufficiali

Festeggiamenti per l’unità d’Italia. Scoppia la polemica dopo che gli organizzatori della manifestazione che si è svolta oggi a Reggio Emilia e che ha dato il via ai festeggiamenti hanno dimenticato di inserire nell’elenco delle capitali d’Italia, la città di Salerno. Il comune campano fu capitale d’italia dall’11 febbraio alla fine di luglio del 1944 con tanto di nome scritto nella Gazzetta Ufficiale del Regno e proprio a Salerno il Governo promulgò la legge che stabiliva la necessità di un referendum istituzionale e l’assemblea costituente subito dopo la guerra. Gli storici e costituzionalisti parlano senza mezzi termini di una terribile gaffe istituzionale. Una dimenticanza non da poco e assolutamente non giusitificabile visto che bastava leggere il sito del Quirinale dove Salerno è individuata come città capitale d’Italia e addirittura definita la città della Costituzione. Ruolo esaltato proprio dal presidente Napolitano che a settembre scorso, a Salerno, ha visitato un’esposizione dei documenti storici su Salerno capitale.

Una risposta

  1. antonio1987 18/03/2011

Lascia un Commento