Unisa, sospeso dal servizio addetto alla mensa. Rubava soldi dalle macchinette

In 10 mesi ha rubato circa 22mila euro. E’ la cifra che un uomo, impiegato dell’ADISURC (Azienda per il diritto allo studio universitario della Regione Campania) in servizio presso l’Università degli Studi di Salerno ha asportato dalle macchinette posizionate nella mensa del campus.

Il ladro accusato di furto aggravato a danno dell’Università è stato raggiunto dalla misura cautelare interdittiva della sospensione dall’esercizio del pubblico servizio. Nel corso delle indagini, attraverso telecamere nascoste, i carabinieri hanno verificato che l’uomo rubava sistematicamente denaro contante dalle macchinette utilizzate dagli studenti per ricaricare i badge che consentono di usufruire dei servizi mensa. 

Dalla visione delle immagini si evince con chiarezza che l’uomo, negli orari mattutini e lontano da occhi indiscreti, dopo aver aperto le macchinette, utilizzando le chiavi custodite negli uffici dell’azienda, portava via il denaro e poi per completare il suo disegno criminoso, digitava un codice che azzera il sistema informatico di contabilizzazione e rilascia una apposita ricevuta che l’uomo, ovviamente, nascondeva.

Lascia un Commento