Unisa, Piano stabilizzazione personale precario: per la CISL Università fuori centinaia di lavoratori

La CISL Università di Salerno non è soddisfatta dell’approvazione nella giornata di ieri del Piano di stabilizzazione del personale precario dell’ateneo salernitano, in quanto, fanno sapere dal sindacato, restano fuori centinaia di lavoratori.

Il responsabile provinciale del sindacato Pasquale Passamano ha spiegato che il Piano riguarda appena 15 unità e dunque è stata subito rappresentata la necessità di procedere immediatamente alla stabilizzazione di questi lavoratori, atteso il trasferimento, da parte del Ministero, delle risorse economiche vincolate a questo fine.

In secondo luogo, – ha continuato Passamano – il sindacato ha posto l’esigenza di considerare come beneficiari di questa normativa anche le centinaia di assegnisti di ricerca che da più di 20 anni svolgono nell’Ateneo salernitano attività di supporto alla ricerca in maniera precaria. Si chiede dunque ai Ministeri dell’Università e della Ricerca e della Pubblica Amministrazione di fare chiarezza.

Lascia un Commento