Un maresciallo salernitano dall’Iraq ricorda la tragedia in cui La Rosa perse la vita

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Il maggiore Giuseppe Larosa è l'ultimo grande eroe italiano caduto in Afghanistan.

Il nostro Lorenzo Peluso racconta la sua storia nel libro-diario "As-salāmu Ê¿alaykum".

 

E' l'8 giugno 2013. Giuseppe è a bordo di un Lince in Afghanistan con i suoi commilitoni. Sta rientrando nella base di Farah dopo aver svolto attività di sostegno ad alcune unità dell'esercito afghano. L'orologio segna le 10.30 locali. Il mezzo su cui Giuseppe si sta spostando rallenta ad un incrocio. Uno scatto fulmineo sulla ralla e un giovane, uno di quelli per i quali altri giovani sono venuti in questa terra con la speranza di cambiarla, si scaglia sul mezzo e lascia cadere un ordigno esplosivo che rotola veloce all'interno del mezzo blindato. Giuseppe, seduto all'interno, lo vede. Lo vede e capisce. In una frazione di secondo decide. Con il proprio corpo fa scudo. L'ordigno esplode. Giuseppe muore, tre militari rimangono feriti… ma sono vivi

Oggi su Radio Alfa, in collegamento dall'Iraq, abbiamo ospitato un maresciallo salernitano, uno dei tre militari rimasti feriti nell'attentato in cui Giuseppe La Rosa ha perso la vita.

Ci ha raccontato la sua storia, la sua amicizia con Giuseppe, la voglia di ricominciare e di non arrendersi mai… ma soprattutto ci haraccontato cosa significa vedere morire con i propri occhi un amico in battaglia… seduto lì… a pochi centimetri…

 

Riascolta la preziosa testimonianza QUI

Maresciallo salernitano testimone attentato La Rosa

 

Radio Alfa in diretta dall'Iraq con Lorenzo Peluso, in collaborazione con la BANCA MONTE PRUNO

Continuate a seguirci…

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento