Uccide l’ex moglie a Postiglione, su Facebook l’annuncio della morte (AUDIO)

Diverse coltellate per uccidere l'ex moglie e una scritta sul proprio profilo Facebook, per gli investigatori ancora non chiara, che annuncia la morte della donna.
Sono alcuni dei particolari del delitto che si è consumato ieri sera a Postiglione nell'abitazione di Maria D'Antonio, 34 anni, uccisa dall'ex marito, Cosimo Pagnani, 32 anni, con alcune coltellate, in diverse parti del corpo, durante una lite scoppiata per motivi che dovrebbero riguardare la sfera strettamente familiare. Nella lite l'uomo ha riportato una ferita a un ginocchio.

Dopo il delitto l’uomo si è barricato in casa e, per entrare, i carabinieri hanno dovuto sfondare la porta. I militari sono stati chiamati dal padre e dal fratello della vittima insospettiti dalle urla provenienti dalla casa della donna. Nella stessa abitazione i carabinieri, al comando del capitano Alessandro Cisternino, hanno trovato l’arma usata per il delitto, un coltello per lavori agricoli. I motivi dell'omicidio dovrebbero essere legati alla sfera puramente familiare.
La storia della coppia, che aveva una bambina di quattro anni, era travagliata. Lui, a giugno, aveva sottratto la bambina alla madre e l'aveva portata con sé in Germania per una decina di giorni. Solo la denuncia della donna lo aveva fatto rientrare in Italia per riportare la figlia alla madre che ne aveva la custodia legale.

Pagnani dovrebbe essere interrogato nella giornata di domani nel carcere di Fuori, a Salerno.

Abbiamo raccolto il commento di Lucia Senese, noto avvocato matrimonialista salernitano
Ecco l'interrvista

Intervista avv.Senese

Lascia un Commento