Tutela fiume Sele, tavolo di confronto in Regione. I dettagli

Un tavolo di confronto per decidere le possibili iniziative da intraprendere per la tutela del fiume Sele si è svolto ieri pomeriggio in Consiglio regionale della Campania per iniziativa del Movimento 5 Stelle che chiede di fare rete.

Da tempo i residenti dei comuni interessati dal passaggio del fiume segnalano la presenza di schiuma e melma accompagnata da cattivo odore. Secondo i consiglieri regionali Pentastellati, il governatore De Luca e il suo vice e assessore all’Ambiente Bonavitacola non possono mostrarsi ancora indifferenti al cospetto del disastro ambientale che incombe.

La Regione ha il dovere di intensificare controlli e indagini per risalire alle cause dell’inquinamento e all’individuazione dei responsabili. Il rischio di contaminazione delle acque resta alto nonostante gli sforzi di tutela delle forze dell’ordine.

Inquinare il fiume Sele e di conseguenza il mare in cui sfocia ha effetti devastanti sulla salute, sull’ecosistema e sull’economia di una regione che vive di turismo e bandiere blu.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento