Truffe sulle assicurazioni RC auto, le vittime vivono tutte a Monte San Giacomo

Vivono tutte a Monte San Giacomo e sono quasi tutte donne le vittime della truffa pluriaggravata scoperta dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina ai danni di una compagnia assicurativa di Milano e del Servizio Sanitario Nazionale.

La procura della Repubblica di Lagonegro ha iscritto nel registro degli indagati ben 66 persone residenti in tutta la provincia di Salerno e nel napoletano.

I promotori della truffa sono tre agenti assicurativi: un 45enne di Monte San Giacomo, un 30enne di Sassano e un 30enne di Sala Consilina, accusati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa pluriaggravata.

I tre uomini all’epoca dei fatti, tra il 2013 e il 2015, ricoprivano i ruoli di titolare, subagente e dipendente di un’agenzia assicurativa con sede ad Atena Lucana e non più in attività da circa due anni. Gli agenti assicurativi generavano falsi passaggi di proprietà di veicoli o falsi contratti di permuta/conto vendita di autovetture, intestandoli a persone ignare, una 80ina complessivamente, tra i clienti dell’agenzia di Atena con le classi di merito più basse e, quindi, economicamente più vantaggiose. Successivamente venivano emesse valide polizze per i clienti compiacenti i quali acquistavano polizze emesse sulle targhe delle loro autovetture, a nome di terzi ignari, così da risultare coperti sia in caso di sinistri stradali che nei controlli di polizia, ottenendo un risparmio sui costi assicurativi.

Lascia un Commento