Truffe a concessionarie e clienti in tutta Italia, 5 arresti nel Cilento

Nel Cilento 5 persone sono finite ai domiciliari poiché accusate di associazione a delinquere finalizzata alla truffe. Si tratta dei titolari di due rivendite di auto usate e di un’agenzia di pratiche automobilistiche ma nel gruppo criminale figurano anche due impiegati comunali dediti a truffe ai danni di concessionarie d’auto presenti su tutto il territorio nazionale.

La base operativa del gruppo criminale sgominato dai carabinieri di Vallo della Lucania era a Vallo e a Casal Velino.

In manette sono finiti il 54enne Gaetano Guariglia di Pollica; il 65enne napoletano Giuseppe Biondi residente a Casal Velino; il 68enne di Vallo della Lucania Luigi Mautone; il 52enne salernitano Michele Di Fiore e il 38enne Pierluigi Visco entrambi residenti ad Agropoli.

21 gli episodi di truffa accertati, consistenti nel procurare dalle concessionarie le auto usate in conto vendita/esposizione attraverso la sola consegna di assegni bancari, risultati scoperti. I due impiegati comunali attestavano falsamente l’autenticità delle firme al momento del passaggio di proprietà. In alcuni casi, sono stati denunciati falsi smarrimenti di documenti di proprietà e di circolazione dei veicoli in realtà trattenuti dalle concessionarie come garanzia, per il rilascio di nuovi documenti, con le autovetture vendute a clienti ignari, percependo il denaro versato quale corrispettivo, per un ammontare di 600mila euro.

Gli investigatori pensano che possano esserci anche altre persone coinvolte.

Ecco la riflessione del procuratore capo del Tribunale di Vallo della Lucania Antonio Ricci

Procuratore Ricci

Lascia un Commento