Truffe ai danni di società di trasporti, decine di arresti tra Salerno e Napoli

Sono 39 in tutto le misure cautelari emesse dal gip del tribunale di Nocera Inferiore a conclusione delle indagini della locale Procura che hanno consentito di fare piena luce su una organizzazione criminale che ha messo in atto truffe e altri reati ai danni di aziende di trasporto operanti in Italia e all’estero.

L’organizzazione utilizzava società di trasporto fittizie a cui attribuiva le credenziali reali di società effettivamente esistenti e accreditate sui borsini di trasporto. Con questo sistema si aggiudicavano trasporti di merce che non veniva mai recapitata al destinatario e che invece finiva in mano all’organizzazione criminale. La merce per svariati milioni di euro veniva poi rivenduta attraverso una fitta rete di ricettatori che operavano su tutto il territorio nazionale ed internazionale.

All’alba di oggi Polizia di Stato e Carabinieri hanno eseguito 4 arresti in carcere, 23 ai domiciliari, 9 obbligo di dimora e 3 obblighi di presentazione alla Polizia giudiziaria, nell'agro sarnese nocerino, in provincia di Napoli, ma anche in Lombardia e Sicilia.

Gli indagati dovranno rispondere a vario titolo dei reati di truffa, falso, ricettazione ed appropriazione indebita.

Dagli episodi evidenziati nel corso delle indagini, avviate nel 2012, gli investigatori hanno valutato che le vittime dei raggiri hanno subito nel tempo danni stimabili in diversi milioni di euro.

Nel corso dell'operazione svoltasi con l'ausilio di 200 uomini tra polizia e carabinieri sono stati sequestrati beni mobili tra cui 39 automezzi pesanti e semirimorchi utilizzati per l'illecita attività. Inoltre, sono state denunciate a piede libero all'autorità giudiziaria 38 persone.

Lascia un Commento