Truffe ad anziani nel Salernitano, i carabinieri di Amalfi e Battipaglia hanno individuato 4 responsabili

Individuati dai carabinieri gli autori di almeno sei truffe ai danni di anziani compiuti nei mesi scorsi fra Praiano, Tramonti e Bellizzi. Le indagini che hanno visto impegnati i militari delle Compagnie di Amalfi e di Battipaglia, oggi, hanno portato all’esecuzione di due arresti e all’esecuzione di un obbligo di firma per due donne giovani, di 26 e 28 anni. Su ordine del Gip del Tribunale di Salerno gli arresti in carcere sono scattati per un  31enne ed i domiciliari per un 21enne.

Il 31enne è stato arrestato dai carabinieri di Positano insieme ai colleghi di Amalfi. L’uomo è accusato di aver messo a segno due truffe e di averne tentata una terza, lo scorso giugno, con la collaborazione di due donne a Praiano e a Tramonti.

Dopo averli contattati telefonicamente, fingendosi prima un corriere e poi il nipote, erano riusciti a farsi consegnare una ingente somma di denaro per la consegna di un pacco con materiale tecnologico, acquistato online dal presunto nipote. Il pacco era vuoto ma i truffatori si sono fatti consegnare dal primo anziano 1000 euro, mentre dal secondo oltre 4mila euro.

Sempre questa mattina, i carabinieri di Battipaglia hanno arrestato il 21enne a Bellizzi, con l’accusa di aver realizzato una truffa il 28 giugno 2016, e di due tentativi di truffa il 29 giungo ed il 5 luglio 2016, nei confronti di un’anziana di 87 anni di Bellizzi. La modalità era la stessa.

Il bottino fu di 6mila euro. Successivamente l’anziana ricevette altre telefonate nelle quali le venivano chiesti altri contanti per 10mila e 5mila euro. Ma, insospettita, contattò subito i familiari e poi, resasi conto del raggiro, chiamò anche i carabinieri, che riuscirono a fermare ed identificare il truffatore nelle pressi della casa della donna.

Lascia un Commento