Truffe a Positano, scoperta strumentazione per clonare carte di credito

Una sofisticata apparecchiatura elettronica, autoalimentata, che consentiva di leggere e catturare i dati presenti nella banda magnetica delle carte di credito e bancomat, era stata nascosta nello sportello bancomat in dotazione a una filiale bancaria di Positano.

A scoprirlo, i finanzieri di Positano che hanno verificato la presenza dell’attrezzatura, l’anno disinstallata e sequestrata.

La strumentazione altamente tecnologica consentiva di clonare le carte di pagamento che venivano inserite nel bamcomat da ignari clienti, soprattutto turisti di nazionalità straniera con ovvie ricadute negative sull’immagine del Paese. 

Sono partite le indagini per identificare l’autore della tentata truffa. 

Lascia un Commento